13 novembre 2012

ItaliaCamp: giovani idee per l’impresa

InNovaCamp

ItaliaCamp nasce nel 2009, come primo think tank universitario italiano, da venti giovani laureati della Luiss Guido Carli di Roma che importano e sviluppano il modello americano del barcamp,  modalità di confronto e partecipazione dinamica e orizzontale aperta a tutti i cittadini. Nel giugno 2010 viene, dapprima, costituita l’Associazione “ItaliaCamp”, con lo scopo di far emergere attraverso il concorso “La tua idea per il Paese” e l’organizzazione di diversi barcamp in Italia e all’estero idee e progettualità innovative, quindi, nel dicembre 2011, la Fondazione ItaliaCamp, per garantire la partecipazione di aziende ed enti, in vista di un sempre maggior supporto di valide idee intercettate nei diversi territori coinvolti.

Al progetto ItaliaCamp nel corso degli anni , hanno aderito circa 60 università nazionali e internazionali, istituzioni e  rilevanti aziende italiane, tra cui Sisal, con l’intenzione di favorire un concreto sviluppo di progetti innovativi, attraverso l’adozione delle idee pervenute alla loro attenzione. Sisal, in particolare, ha adottato il progetto Scuola d’impresa”. L’idea ha portato alla nascita di un polo di aggregazione interuniversitario per la creazione d’impresa e la facilitazione di attività di business development, con lo scopo di formare gli studenti sulle possibilità di fare impresa attraverso i propri progetti di tesi.

Il sistema prevede lo sviluppo di un market place specifico per i progetti di laurea: da un lato le aziende che propongono gli argomenti che ritengono di maggiore interesse, dall’altro università e studenti che potranno accogliere la domanda delle imprese e sviluppare la propria tesi di laurea con un approccio proattivo verso di esse.

Il vero punto di innovazione e di forza di questo progetto sta nella capacità di sviluppare sinergie tra diversi atenei e diverse discipline e convogliare queste fonti di conoscenza su di un unico progetto o su più gruppi di progetto. La possibilità di affrontare un determinato argomento o promuovere lo sviluppo di una specifica tecnologia, come normalmente avviene in azienda, è un percorso complesso e che richiede l’intervento di più competenze. Scuola d’impresa vuole cogliere l’occasione importante delle tesi di laurea per far approcciare gli studenti a questo modo di ragionare concreto.

“Scuola d’impresa” ha coinvolto inizialmente un singolo ateneo pilota (LUISS), con l’intenzione di espandere il bacino delle università e dei centri di eccellenza in tutta Italia, cercando di ampliare sempre di più la multidisciplinarietà del progetto.
Offrire supporto ai giovani talenti in Italia, è un impegno concreto per evitare la dispersione e la fuga di cervelli all’estero. Un modo per valorizzare le risorse, e sono tante, che porteranno ricchezza al nostro Paese, se solo qualcuno si convincesse a credere in loro, ad investire nei loro sogni.
Un gruppo di giovani volenterosi della società civile, università e alcune imprese illuminate ci stanno provando, ricordandosi che gli studenti “non sono vasi da riempire, ma lumi da accendere”.

Scopri come partecipare anche tu sul portale ItaliaCamp