22 maggio 2013

“Scuola d’Impresa” e la tesi sul “Gioco Ideale”

ItaliaCamp (1)_sel3

Qualche settimana fa vi abbiamo parlato di ItaliaCamp e dell’attività legata al sostegno e allo sviluppo dell’innovazione sociale.

Questa volta vorremmo parlare di uno dei progetti di ItaliaCamp: “Scuola d’Impresa”.

Come si crea un legame tra la scuola e l’impresa? Sicuramente attraverso la promozione di attività che possano potenziare la ricerca universitaria e rafforzare la competitività delle aziende, migliorando anche le condizioni economiche e sociali delle comunità in cui operano.

La LUISS Guido Carli di Roma ha aderito a “Scuola d’Impresa” e offrirà all’interno del percorso di studi la possibilità di produrre progetti di tesi sperimentali con l’aiuto di persone che lavorano in azienda nell’ottica di uno scambio reciproco.

Gli studenti formeranno dei team di progetto per condividere informazioni e attività così come accade nella Silicon Valley, fucina di talenti innovazione e start-up di successo.

L’imperativo è dunque puntare sull’innovazione…

Sisal, ha deciso di aderire ad uno dei progetti di ItaliaCamp perché parte dal presupposto che la maggior parte delle tesi, anche quelle più creative, rimangono solo un oggetto da esporre ad amici e parenti e che raramente trovano spazio per la pubblicazione e parteciperà a “Scuola d’Impresa” proprio lavorando sui progetti di tesi.
L’Università, sarà così spronata a dare più valore alle tesi di laurea e ad accompagnare lo studente a fare impresa anche grazie allo sviluppo di progetti concreti.

Parliamo del progetto per il 2013 e partiamo da alcune premesse:

per il Gruppo Sisal la sostenibilità di un Gioco Sicuro e Responsabile è un impegno costante e un dovere imprescindibile del proprio operato.

Pertanto all’interno di un più ampio progetto di responsabilità sociale che prevede il suo impegno in attività a sostegno della comunità, ha proposto agli studenti della Luiss che desiderano partecipare e provenienti da tutti e quattro i Dipartimenti dell’Ateneo, di sviluppare una tesi sul tema del Gioco socialmente responsabile, analizzandolo nei suoi aspetti economici, giuridici e politico sociali nonché dal punto di vista dell’impatto sull’opinione pubblica.

La Call for Ideas è partita il 23 aprile e ha come obiettivo quello di immaginare i giochi del futuro: divertenti e sostenibili.

Sono stati forniti una serie di spunti di approfondimento utili per avviare gli studenti alla progettazione: il processo di regolamentazione, l’offerta che segue le esigenze del consumatore,  l’accessibilità dei punti vendita, le tecnologie come chiave di sviluppo e la Corporate Social Responsabilty.

Cosa succederà dopo? Lo scopriremo nei prossimi approfondimenti di Storyboard, possiamo aggiungere fin d’ora che gli studenti saranno affiancati dal loro Relatore e da un Referente Sisal durante la fase di sviluppo del progetto di tesi, perché l’idea di Scuola d’Impresa è proprio quella di far vivere al laureando un’esperienza di stesura di tesi concreta e quanto più vicina al mondo del lavoro. Gli studenti provenienti dai diversi Dipartimenti dovranno quindi interagire tra loro apportando al progetto le proprie specifiche conoscenze così da renderlo completo in ogni suo aspetto.

Intanto buone idee e scopriremo più avanti le vostre proposte innovative per il “gioco ideale”!