24 agosto 2013

I BarCamp per il vostro talento

Si partecipa e non si assiste, sono le anti-conferenze americane, ecco i BarCamp, degli eventi aperti a tutti senza inviti né gerarchie che stanno alla larga dal modello dei convegni frontali e si ispirano maggiormente a una sorta di “wiki”. Il primo organizzato è stato nel 2005 a Palo Alto, a dare il via a questo trend erano solo 200, oggi sono diventati ormai una realtà oltre che un format per organizzare incontri su temi di ogni tipo. Le regole dei BarCamp sono ben definite e divulgate via web prima dell’evento: viene creata una lista di interventi, definiti i temi e la durata prevista, il tipo di materiale divulgativo a disposizione e chi non potrà essere presente fisicamente.

State pensando alle vostre capacità e interessi da coltivare l’anno prossimo? Partecipare a dei BarCamp è una soluzione per conoscere persone, capire dove si sta muovendo l’innovazione e confrontare la vostra idea con esperti del settore. Oggi vi presentiamo 4 Camp interessanti in ambito innovazione, moda e arte. Chissà che uno di questi non faccia proprio al caso vostro!

Italia Camp, un progetto di cui abbiamo già parlato su Storyboard e che è sostenuto anche da Sisal, prevede un network che unisce ben 70 Università italiane con Istituzioni e Imprese del nostro Paese. La realizzazione di diversi BarCamp in tutta Italia, da Milano a Lecce, lanciano il concorso “La tua idea per il Paese” per promuovere e sostenere democraticamente le idee innovative migliori mettendole in contatto con chi ha il potere economico e politico per realizzarle.

Fabrizio Sammarco, Presidente di Italia Camp, uno dei 100 talenti italiani che sta muovendo l’Italia verso l’innovazione e la Ricerca, sostiene che ItaliaCamp non dà un premio in denaro, in palio c’è la realizzazione del progetto. All’inizio ci prendevano per pazzi, ci dicevano “scrivetelo nel regolamento”: ma qualsiasi cosa sarebbe stata una limitazione. Prendiamo la srl a un euro: cosa avremmo dovuto scrivere? “Se la tua idea è buona, diventerà legge”? Impossibile. Però è successo. La seconda caratteristica è che alle imprese non chiediamo soldi, ma diciamo “venite ad ascoltare. Se ascolterete, investirete”.

Il Fashion Camp invece riguarda, come indica il nome, l’innovazione tecnologica nel mondo della moda. L’edizione 2013 si è tenuta alla Fabbrica del Vapore di Milano a giugno. Tra handmade e innovazione, il camp permette a tutti di partecipare a workshop ed eventi e  conoscere le realtà più interessanti italiane. Si potranno infatti ascoltare ed incontrare designer della filiera corta, brand etici, fashion e beauty blogger, start-upper e digital influencer, tutto all’insegna del made in Italy.

Arianna Chieli, l’Art Director di FashionCamp è convinta che questi momenti di aggregazione riescano ad avvicinare sempre di più il 2.0 all’artigianato e al sistema del fashion.

“Stiamo crescendo, piano piano. Con grande umiltà. Ma il rapporto resta quello iniziale, di trasparenza e coesione. Alla fine FashionCamp è anche una grande festa, un momento corale e collettivo dove dopo tanto virtuale ci si stringe la mano e ci si abbraccia. Un grande valore aggiunto, perchè siamo fatti di carne, pelle, odore. E abbiamo bisogno del contatto.”

Per chi volesse andare negli Stati Uniti, Art Camp for Women è invece un camp internazionale importante nel mondo dell’arte. Lori Wostl e Lorri Flint, le ideatrici del progetto, nonché artiste, ogni volta che partecipavano a grandi eventi artistici e si confrontavano con il mondo, si trovavano molto deluse dall’evento stesso perché dispendioso, stressante logisticamente e dovendo organizzarsi in tutto, dal cibo all’alloggio, per non parlare dei contatti e gli appuntamenti da prendere con gli esperti del settore. Decisero quindi un giorno di ideare un Camp dedicato alle donne e al mondo artistico basato sull’organizzazione di eventi artistici cross-mediali per donne in una maniera però più intima e rilassante.

L’home page del sito, che è stato notato in breve tempo addirittura dalla grande Ophra, ci invita ad entrare nella community in un modo molto innovativo e che ci permettere di comprendere il “mood” del Camp:

Vieni da solo o con un amico e immergiti in questo speciale ranch che vi accoglierà con letti confortevoli, corsi d’arte all’avanguardia, istruttori che sapranno appassionarvi, cibo delizioso, vino e cioccolato! Allo Snow Mountain Ranch in Colorado, fuori Winter Park nelle montagne rocciose”.

Se state pensando al cibo, ecco a voi il Romagna Camp, un camp che si tiene ogni 2 anni a Marina Romea, ed è come descrivono gli organizzatori unapiadina con il barcamp dentro”, un evento alternativo nel mondo dei blog e degli acceleratori di idee, ci si incontra sulla spiaggia con bermuda e infradito per creare momenti di coworking e conoscere gli influencer del 2.0. Quest’anno si svolgerà dal 6 all’8 settembre, al momento gli speech prenotati sono  molti, potete seguire gli aggiornamenti seguendo la pagina online dell’evento o l’hashatag #romagnacamp su Twitter.

Durante l’anno vi aggiorneremo su altri Camp interessanti, intanto prendete nota di questi, utilizzate le vacanze per organizzare le idee, e magari quella giusta arriverà contemplando il mare con un cocktail ghiacciato in mano al “Bar” del Lido!