27 dicembre 2013

Una vincita per rimettersi a nuovo! Vi presentiamo Raffaele il nuovo vincitore del concorso di Sisal!

Immaginate una mattina di Ottobre… Come al solito vi recate al lavoro… Il bar si trova a pochi passi da casa. Le strade sono ancora silenziose e bisogna svegliarsi quando ancora tutti dormono. Le brioche devono essere sfornate prima dell’arrivo dei clienti!

Arrivano i primi clienti… c’è chi entra con il quotidiano, c’è chi ordina “il solito”, tanto ormai li conoscete bene i gusti dei vostri clienti: caffè liscio, caffè macchiato, orzo macchiato in tazza grande, caffè lungo… basta osservare chi apre la porta e subito sapete cosa vi chiederà. È uno dei pregi di avere un bar in un piccolo paesino: si ottimizzano i tempi di richiesta dei clienti e si diventa il punto di riferimento della comunità.

La giornata sembra trascorrere tranquilla, come tutti i giorni…

Quando ad un certo punto entra un ragazzo distinto. Si avvicina al bancone e si guarda attorno, quasi a decidere cosa ordinare. Un volto nuovo, forse di passaggio perché ha un accento diverso.

Qualche istante dopo una ragazza. Nuova anche lei.

Da lì a poco si scatena una confusione mai vista!

Prima ancora di riuscire a chiedere “Come posso esservi utile?”, lei vi anticipa e con un tono esasperato e furibondo si scaglia contro il ragazzo con urla e accuse accese!

Inizia una lite inaspettata e infuocata tra i due! Volano schedine e tovaglioli!

Vi ritrovate nel pieno di una guerra amorosa! Volete provare ad intervenire…ma come? Tutti conoscono il detto “tra moglie e marito non metterci il dito”, ma allo stesso tempo è in atto la distruzione del vostro locale!

Con pacatezza cercate di dividerli, ma i due sembrano quasi ignorarvi, continuano ad urlare, attirando l’attenzione dei passanti che basiti si affacciano con tanta curiosità.

Don’t panic! Cercate con serenità di dividere i due litiganti ma la situazione continua a degenerate spaventosamente. Il locale è quasi totalmente a soqquadro.

Ad un certo punto, entra una graziosa signora bionda che interviene nella lite…

Come finirà…?

Amici di storyboard, ve li ricordate Rita e Gilberto che abbiamo visto nel video in copertina? I vincitori del concorso “Rimettiti a nuovo” del mese di Settembre? Ricordate la candid camera nel loro negozio di Alfonsine?

Oggi abbiamo incontrato Raffaele Megaro titolare della ricevitoria a Castelnuovo di Conza (SA) e vincitore del concorso per il mese di Ottobre, cui è toccata la stessa sorte dei colleghi: una candid un po’ turbolenta che ha anticipato però la vincita di 10.000€ che serviranno al titolare per ristrutturare il suo negozio.

Buongiorno Signor Raffaele, cominciamo a conoscerla…con chi gestisce la ricevitoria?

Tendenzialmente da solo, anche se ogni tanto mi aiuta mia moglie.

Come mai ha deciso di aprire una ricevitoria?

Io sono nato in questo negozio perché prima era della mia famiglia, è dal 1975 che lavoriamo con questa attività. Poi ho rilevato l’attività e ho aperto un piccolo corner sportivo ma ho deciso di offrire il servizio di ricevitoria per attirare un po’ di gente nel locale. Avevo 21 anni.

Raffaele quanti anni ha ora?

38 anni.

Quali sono i pregi e i difetti del suo lavoro?

C’è da dire che questo è un periodo molto difficile. Io lavoro 14/15 ore al giorno, noi siamo in un piccolo paese, non in una grande città, c’è poco passaggio di gente e quindi gli affari sono proporzionati alla piccola realtà, dall’altro lato la gente ci conosce da tanti anni, siamo un “punto di ritrovo” e di questa cosa sono orgoglioso. Il rapporto con la clientela è il secondo pregio di questo lavoro: stai a contatto con la gente, stabilisci un rapporto con loro. Io ci sono nato dentro queste mura, la gente mi conosce, conosce la mia famiglia! E’ il mio bar è diventato appuntamento fisso per alcune persone, una sorta di aggregatore sociale.

Quali sono i segreti per avere un buon rapporto con i clienti?

Tanta pazienza! Bisogna cercare di mettere il cliente sempre a suo agio accogliendolo sempre con il sorriso, anche nelle situazioni più difficili. Mantenere sempre la calma e usare toni amichevoli e comprensivi sempre!

Ci può raccontare un aneddoto divertente o particolare che le è capitato in questi anni di gestione della sua attività?

Se devo dire la verità, la cosa più strana che mi è successa è stata la premiazione di Sisal. Non capita tutti i giorni di vedere una lite così accesa tra un ragazzo e una ragazza! Hanno lanciato in aria le schedine, rovesciato gli espositori…stavano distruggendo il locale! All’inizio ero nervoso, non sapevo come gestire bene la situazione, anche perché litigavano tra di loro accusandosi a vicenda di questioni private e non sai mai se è il caso di intervenire o lasciare che gestiscano da soli i loro problemi. In quel momento, non vi nascondo che ho pensato: “ma si può litigare in questo modo in un bar pubblico?”. Poi quando la situazione stava degenerando sempre di più, sono intervenuto un po’ innervosito, e poi con mia immensa sorpresa, mi hanno detto che era tutto uno scherzo e che ero il vincitore del concorso “Rimettiti a nuovo”!

Come mai ha deciso di partecipare al concorso “Rimettiti a nuovo”?

Avevo visto il concorso sul sito di Sisal. All’inizio non ho pensato di partecipare. In un secondo momento, ho detto “perché no? Alla fine basta mandare una foto!”. Così ho seguito le regole presenti sul sito, e ho inviato la foto del mio Punto di Vendita! Non ho dovuto spendere molto tempo per produrre il quadro perché io tendo sempre a mantenere ordine nel mio layout d’esposizione!

Per lei ordine è sinonimo di…?

Per me ordine significa pulizia, e dare al cliente la possibilità di entrare in un luogo serio dove trova velocemente quello che cerca.

Cambierebbe attività?

Sinceramente non c’ho mai pensato…ma credo di no. Ho un forte legame affettivo con questa attività, ci sono nato e ci morirò e poi, nonostante mi impegni molto, è un lavoro che mi piace!

E nel poco tempo libero che ha per se stesso, a cosa si dedica?

Quando ero più giovane giocavo a calcio con gli amici nel tempo libero. In maniera amatoriale ovviamente, solo per divertirsi. Adesso qualche volta vado al cinema, ma la maggior parte delle volte uso il tempo libero per stare con i miei figli. Ah, quando ci riesco ritaglio degli spazi per la mia squadra del cuore, l’Inter. Io sono un fan di Zanetti e spero che adesso il nostro nuovo Presidente ci faccia ritornare in cima alla classifica. Sarebbe un bell’incentivo a guardare le partite in qualche altra città, magari europea! Per il prossimo anno, poi sto organizzando una crociera assieme e mia moglie e ai miei figli. E’ da quattro anni che non ci facciamo un viaggio e ne sento tanto la mancanza!

Una sua qualità sulla quale punterebbe tutto?

Ritengo di essere abbastanza bravo nella gestione dei clienti anche se purtroppo ho un difetto…sono molto testardo…

Cosa cambierà dopo essersi rimesso a nuovo?

Spero che la nuova veste del mio punto di Vendita possa attirare più gente, che la ristrutturazione porti un po’ di curiosità in più nei passanti! Il mio bar si chiama “Bar caffetteria TEMETE…” dal nome del fiume che passa per questa zona e mi piacerebbe che il nuovo slogan fosse “il bar che non TEME nulla!”

A questo punto…non possiamo che fare tantissimi complimenti al signor Raffaele per la vittoria, un nuovo ricevitore sta per essere ordinato e ristrutturato!

Vi aspettiamo per la prossima intervista ai vincitori del Concorso!