27 febbraio 2014

Italia Camp e Sisal: il tuo ponte tra Università e Azienda!

ItaliaCamp (1)_sel3

 

Un’altra iniziativa a sostegno del talento, perché è importante stare dalla parte delle nuove generazioni, che rappresentano il nostro futuro.

Assieme a Vogue’s Game powered by Win for Life, il gioco che promuove il talento dei giovani e che ha offerto a Giulia ClaudiValentina Pepi e Teresa Russo una borsa di studio a testa  e, accanto alla partnership con CUS Verona Rugby, dove Win for Life non è solo sponsor, ma anche un sostegno alla formazione universitaria, oggi vi parliamo di Scuola d’Impresa.

Il progetto Scuola d’Impresa, nasce da un’idea di Fabrizio Filippini, partecipante della prima edizione del concorso di ItaliaCamp “La tua idea per il paese”. La sua iniziativa è stata tra quelle vincitrici e adottata poi da Sisal e LUISS. L’obiettivo è connettere Università e mondo aziendale, fornendo agli studenti la possibilità di sviluppare un progetto di Tesi sfruttando l’expertise di un’azienda affermata. Avevamo già parlato dell’iniziativa alla sua prima edizione, introducendovi ItaliaCamp come primo think thank universitario italiano; oggi Scuola d’Impresa si rinnova per una seconda edizione, con la pubblicazione di una nuova Call for Thesis…quindi vogliamo parlare proprio con voi, voi giovani laureandi che ci state leggendo!

La scelta dell’argomento della Tesi, può essere un momento delicato e spesso gli studenti arrivano trionfanti alla fine degli esami, ma non sanno su cosa incentrare l’elaborato finale. Bene, qui entra in gioco la sinergia tra ItaliaCamp e Sisal.

Abbiamo incontrato Antonio Iannitti, Innovation Specialist, Selvaggia Fagioli, Assistente di Direzione e Francesco Cardellini, Press Office per parlare più da vicino di questo progetto.

Parlateci un po’ di Scuola d’Impresa…

Francesco: Uno dei tanti progetti che Italia Camp ha portato avanti è proprio Scuola d’Impresa. L’idea ha l’obiettivo di creare valore tra l’Università e l’azienda e, in questo progetto pilota, l’Università è la LUISS e l’azienda è Sisal. Grazie a questa iniziativa gli studenti possono beneficiare di una formazione aziendale che permette di avere un primo prezioso contatto con il mondo del lavoro.

Quali sono i target di riferimento del progetto?

Selvaggia: E’ un progetto di Tesi aperto fino a 3 studenti provenienti di Dipartimenti di

*Giurisprudenza
​*Economia e Finanza
​*Impresa e Management
​*Scienze Politiche

Come sono stati sviluppati gli elaborati della prima edizione?

Selvaggia: la prima Call for Thesis è stata lanciata la primavera scorsa e lo studente selezionato ha trattato l’argomento con un taglio scientifico. Poi è stata rivista alla luce delle possibilità fornite dall’Azienda di partecipare a conferenze ed essere affiancato da un supervisor.

Avete intenzione di presentare il progetto anche ad altre Università oltre alla LUISS?

Antonio: Essendo un progetto pilota, abbiamo iniziato con l’Università romana, ma contiamo di espanderci in futuro anche verso altre Università. Abbiamo realizzato una Call for Thesis, per illustrare il progetto agli studenti e poi con una Call for Professor, per mettere al corrente e fornire informazioni anche ai Docenti. Abbiamo accompagnato queste Call con una lettera firmata dall’ Amministratore Delegato Emilio Petrone, a dimostrazione dell’interesse dell’azienda nel sostegno di questa iniziativa. In questo momento ci teniamo a offrire e diffondere quante più informazioni possibili perché riteniamo sia una valida iniziativa. Nel futuro speriamo infatti di poterla presentare anche ad altre Università, ma al momento, come progetto in fase iniziale – ricordo infatti che questa è la seconda edizione – ci siamo concentrati solo sulla LUISS.

Questa chiacchierata interessante ci ha permesso di capire anche l’origine dell’idea. Il Progetto Scuola d’Impresa  consiste nell’introdurre e sviluppare all’interno dell’offerta formativa delle Università italiane, pratiche di trasferibilità di progetti di ricerca, attraverso l’acquisizione delle competenze necessarie a creare un’impresa e gestirne la crescita. Inoltre, l’iniziativa promuove la creazione di team di progetto formati da studenti di diversa estrazione universitaria in grado di esprimere competenze tra loro diverse ma complementari: favorire lo scambio di sapere e conoscenza è uno dei principali driver di innovazione. Il valore di questo progetto sta sicuramente nell’opportunità nel confrontarsi direttamente con un’Azienda attenta ai giovani, nel supporto che viene fornito.

Antonio: nella prima edizione abbiamo messo a disposizione le competenze e la professionalità di Massimo Temperelli, Responsabile Business e Scommesse e Carlo Garuccio, Responsabile Business Innovation per aiutare gli studenti nel loro percorso di sviluppo del progetto di Tesi. Abbiamo cercato di dare un valore allo studente avvicinandolo all’ Azienda, fornendogli dati e informazioni e la consulenza da parte di persone esperte.

La dimostrazione di come ancora una volta l’apertura verso l’innovazione e le novità provenienti dal mondo esterno possano produrre uno scambio proficuo e interessante.

Quindi amici studenti in lettura, prendete nota e pensate e provate a considerare l’application…chissà che non arrivi una bella lode o una proposta di lavoro interessante! In bocca al lupo!