28 maggio 2014

Con Focus e SisalPay il tempo è denaro

24 progetti e 4 categorie: 

  • Everyday Life in collaborazione con SisalPay
  • Tecnologia e Digital Life in collaborazione con IBM
  • Media e Telecomunicazioni in collaborazione con Discovery Italia
  • Energia e ambiente in collaborazione con Kia

Di cosa stiamo parlando?

Della terza edizione del premio Focus Innovazione, organizzato dalla rivista Focus in collaborazione con il Politecnico di Milano! I vincitori sono stati decretati il 22 maggio: uno per categoria più uno premiato dalla giuria popolare della rete.

Sisal e SisalPay hanno sostenuto la categoria Everyday Life perché, come sostiene Maurizio Santacroce Direttore della Business Unit Digital Game&Services di Sisal – “In Sisal abbiamo compreso e fatto nostra questa variabile competitiva creando un team di lavoro esclusivamente dedicato all’innovazione, focalizzandoci su applicazioni e tecnologie adattabili, scalabili e di immediata fruibilità sia per gli esercenti che per i nostri clienti.”

Il vincitore della sezione che premia l’innovazione come sostegno alla quotidianità è Time Republik, una piattaforma online che permette agli utenti di utilizzare come moneta il proprio tempo e barattarlo in cambio di servizi. L’azienda è Svizzera ma gestita da un team tutto siciliano, di Messina: Karim Varini (Co-fondatore), Gaetano Biondo (Country Manager Italia) e Antonio Tasso (Social Media Strategist) hanno ricevuto dai rappresentanti di SisalPay il prestigioso premio.

TIMEREPUBLIK ha vinto perché ha un impatto sulla vita di tutti i giorni – dichiara Karim Varini – attivando relazioni spontanee e amichevoli tra le persone che possono ritrovare il piacere di chiedere aiuto e di aiutare. E questo contribuisce e contribuirà sempre più, nel corso del tempo, a migliorare la società”.

L’entusiasmo per il premio coinvolgerà anche tutta la città di Messina proprio a partire dalle collaborazioni attivate dal team con diversi enti: dall’amministrazione comunale alla banca del tempo locale ma anche con aziende legate al territorio come SlowFood Valdemone, Villarè e Bioday.

Come ha sottolineato SantacroceQuesta è  l’occasione ideale per rammentare che, sul fronte dello sviluppo di innovazioni tecnologiche da parte delle imprese, il nostro Paese raggiunge una quota del 38% davanti a Spagna (26,4%) e Francia (32,2%). Questi indicatori di indubbia capacità competitiva incoraggiano imprese di servizi come la nostra a sostenere le idee innovative”.

Gli altri progetti partecipanti al concorso andavano dal distillatore d’acqua “Eliodomestico” di Gabriele Diamanti, destinato a portare acqua ai paesi in via di sviluppo senza filtri né energia elettrica a “Wolf”, un dispositivo elettronico che misura gli odori permettendo di tenere sotto controllo aree olfattivamente delicate. Ad esempio, quelle circostanti gli impianti industriali e agro-alimentari.

Complimenti quindi all’innovazione del futuro, che è per metà italiana e che andremo a conoscere presto. Al momento già 30.000 persone hanno condiviso il proprio talento in 80 paesi diversi. L’invito di Storyboard è di dare valore al proprio tempo trasformandolo in una risorsa per la società!