8 settembre 2014

Come nasce un gioco Sisal? Chiedilo al Team Innovation

H-Farm-il-team-2

“L’innovazione e l’intuizione fioriscono quando le nostre menti si trovano in una condizione di maggiore apertura.”

Daniel Goleman

 

Ancora una volta Storyboard torna negli uffici Sisal di via de Toqueville per lanciare uno sguardo “dietro le quinte” di una realtà in continuo divenire.

Dopo avere scoperto i passaggi che portano alla realizzazione di una campagna di comunicazione Corporate e il valore aggiunto dei progetti di Responsabilità Sociale, oggi varchiamo la soglia d’ingresso con una domanda precisa, che riguarda il cuore pulsante dell’azienda:  “Come nasce un nuovo gioco Sisal? Chi sono i professionisti in azienda che materialmente si occupano di produrre nuove idee che si traducono in nuovi giochi? E come svolgono il proprio lavoro?”

Per poter sciogliere questi dubbi Storyboard ha deciso di intervistare il Team Innovation di Sisal, che ci aiuterà a “svelare” quello che molto spesso è nascosto: a capire insomma come viaggiano e quali percorsi fanno le idee prima di diventare i giochi che tutti i giorni ci appassionano Online e in Ricevitoria.

Buongiorno a tutti e benvenuti su Storyboard, prima domanda di rito: cosa vuol dire fare innovazione in Sisal?

Uno dei valori fondamentali della nostra azienda è innovare per crescere, possiamo dire che l’innovazione è scritta nel nostro DNA.  D’altra parte Sisal nasce da un’idea innovativa 64 anni fa e si è sempre posta come obiettivo il divertimento dei giocatori, evolvendosi continuamente. Basti pensare che è stata la prima azienda ad effettuare una vera e propria rivoluzione telematica introducendo  il terminale di gioco che invia le giocate di tutta Italia al server centrale. Ed è stata la prima azienda ad introdursi nel settore dei servizi con un brand, SisalPay, fortemente caratterizzato da una spinta innovativa.

Nell’innovazione cerchiamo di rispondere ai bisogni di consumatori sempre più esigenti ed evoluti, con l’obiettivo, più volte centrato, di anticiparli.

Chi sono le persone che compongono il vostro team?

Stiamo parlando di una decina di persone con competenze eterogenee e backgroud specifici. Una delle professionalità più “particolari” per un’azienda che si occupa di giochi è quella dedicata al game design, il “disegno del gioco” dal punto di vista tecnico-matematico.

Il game designer, semplificando, realizza il “motore del gioco”, definendo ad esempio come concretamente farci giocare e come farci vincere. Il che si traduce in “quanti numeri farci scegliere” e “quanti numeri farci indovinare”.

E’ solo una questione di matematica?

La matematica rende concreta l’intuizione emersa dal processo creativo, il brainstorming dove tutti sono liberi di proporre la propria idea e dare il proprio contributo in piena libertà.

Creare un gioco è un gioco, nel processo creativo emergono tantissime idee… la matematica permette di individuare quali idee hanno le potenzialità per diventare prodotti vincenti.

Durante la fase successiva al brainstorming avviene il processo di “scrematura” delle idee, supportato da analisi, ricerche di mercato, benchmark con gli altri giochi già presenti in tutto il mondo, tenendo sempre a mente che ogni stato ha una precisa regolamentazione e le idee vanno rielaborate facendole incontrare con il nostro mercato e, soprattutto, la nostra cultura.

C’è la matematica, c’è il processo di innovazione ma come arriviamo al prodotto?

Il processo di innovazione è aperto a tutti, noi lo strutturiamo, per questo abbiamo diverse funzioni. Una volta generate le idee il team di innovazione di occupa di darle forma per poter arrivare al prodotto finale

E’  un po’ come costruire una casa: il progettista elabora il disegno, l’ingegnere mette le impalcature e poi l’architetto la arreda, inserendo tutti i particolari.

Quanto può durare un processo innovativo?

L’innovazione non finisce mai, è in continua evoluzione. I nostri colleghi project manager  hanno il compito di definire i processi e dettare le scadenze per la concretizzazione delle idee e quindi del lancio dei prodotti, ma il processo di innovazione in sé non si ferma neanche per un istante. Il nostro team è sempre alla ricerca di nuove idee!