30 ottobre 2014

Niccolò Caramatti, la “good run” si avvicina!

I 42.195 metri più celebri dell’anno stanno per arrivare: domenica 2 novembre, a New York, migliaia di atleti professionisti e appassionati di corsa invaderanno le sue street e le sue avenue per una sfida senza tempo e che non ha paragoni al mondo, per l’attesa che genera, per la spettacolarità del paesaggio e per la qualità dell’organizzazione: la Maratona di New York, il più staordinario evento sportivo al mondo. Pensate che i partecipanti attesi per questa edizione saranno oltre 50.000, con più di due milioni di spettatori al seguito!

I motivi per cui la maratona di New York è la corsa cittadina più attesa e la più partecipata del mondo sono semplici: un fiume di vita, di energia, impegno, costanza, insomma la migliore espressione del senso di sportività scorreranno fra i cinque grandi distretti, percorrendo New York nel periodo dell’anno in cui la città, avvolta dai colori dell’autunno, viene maggiormente valorizzata. La prima Maratona di New York si svolse nel 1970, con un percorso interamente snodato all’interno del famoso polmone della città, Central Park. Per festeggiare i 200 anni di indipendenza del Paese, sei anni dopo il percorso della gara è stato completamente ridisegnato per permettergli di attraversare i cinque distretti di New York: Staten Island, Brooklyn, Queens, Bronx e Manhattan, per giungere al traguardo in Central Park.

La partenza della maratona 2014 è prevista da Staten Island, sul Ponte di Verrazzano. Per evitare l’accalcarsi di folle di partecipanti alla linea di partenza, sono stati programmati ben quattro diversi orari di partenza (9.40, 10.05, 10.30, 10.55)! Dal Ponte di Verrazzano si attraverserà il distretto di Queens per poi attraversare il Queensborough Bridge al termine del quale ha inizio la First Avenue. La gara prosegue lungo First Avenue fino all’entrata nel quartiere del Bronx e successivamente lungo le strade di Harlem. L’arrivo previsto è, come sempre, Central Park, dove si trova la linea d’arrivo nei pressi nel famoso ristorante Tavern on the Green. Qui una calorosa folla inciterà i partecipanti a dare il massimo… sarà davvero un’esperienza unica!
Noi facciamo il nostro in bocca al lupo a Niccolò Caramatti, il membro del Sisal Poker Team Pro che si sta allenando quotidianamente per partecipare alla Maratona più emozionante al mondo.

Niccolò Caramatti - Podisti.net

Niccolò Caramatti alla mezza Maratona di Cremona. Photo courtesy Podisti.net

Avevamo intervistato Niccolò qualche settimana fa proprio su Storyboard per farci raccontare il suo metodo di allenamento e il percorso di avvicinamento alla Maratona di New York. Leggendo il suo blog abbiamo scoperto che purtroppo è stato vittima di un lieve incidente che lo costringerà a correre la maratona non al massimo della forma e a sottoporsi a un’operazione una volta tornato in Italia. La maratona di New York, per via del suo percorso fatto di grandi salite e discese e di zone fortemente colpite da vento forte, sarà una sfida difficile da superare ma, conoscendolo, sappiamo che ce la metterà tutta, riuscendo a trovare il modo di dimenticare il dolore e portare alti i colori del nostro Paese (e del Sisal Poker Team Pro)!