7 maggio 2015

La vocazione del Piccolo: un Teatro sempre aperto alla città

di: Lanfranco Li Cauli
Direttore comunicazione e marketing Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa
Lanfranco Licauli

Riprendiamo la narrazione di Lanfranco Li Cauli sul Piccolo Teatro con la seconda parte del suo post: buona lettura!

I percorsi e le attività formative

Il Piccolo Teatro realizza attività formative destinate all’intera filiera dell’educazione, dalla Scuola Primaria all’Alta formazione universitaria. Dagli anni ‘60 il Piccolo ha un dipartimento dedicato al rapporto con le Scuole, le Università e il pubblico organizzato.

Queste attività sono la base per un costruttivo ricambio generazionale, che porta ad avere il 47% del pubblico con meno di 26 anni e ad avvicinare 2.350 bambini attraverso l’attività di Benvenuti al Piccolo.
Inoltre il Piccolo Teatro coinvolge in diverse attività formative 350 insegnanti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie e 25.500 studenti da Scuole e Università.
Tra i risultati delle attività realizzate si contano 320 incontri nelle scuole di Milano, Regione e regioni limitrofe e 37 collaborazioni con Università, Accademie e Scuole in Italia e all’estero siglati negli ultimi 10 anni.

Oltre a proposte formative che includono laboratori, masterclass e lezioni intensive per allievi e professionisti, il Piccolo Teatro si propone di offrire attività trasversali volte alla preparazione del pubblico e all’avvicinamento dei giovani al teatro, che si realizzano grazie ad un “modello formativo” che il Piccolo ha introdotto e affinato negli anni, che intreccia la produzione di spettacoli con attività di approfondimento per il pubblico, e permette di creare proposte formative multidisciplinari e progetti di ricerca unici e originali.

Lehman Trilogy

Immagine tratta dal libretto online di Lehman Trilogy

Un esempio recente è il programma di approfondimento “Economia, finanza e società”: un ciclo di incontri, lezioni e pubblicazioni nato in occasione della produzione diretta da Luca Ronconi Lehman Trilogy di Stefano Massini e realizzato in collaborazione con Borsa italiana, Radio24/Gruppo24ORE, Scuole e Università milanesi e del territorio.

Il Teatro aperto tutto il giorno, tutti i giorni

Il Piccolo Teatro, al fine di incrementare e facilitare la capacità di fruizione del pubblico, garantisce un’apertura continuativa delle sue strutture.
Alla programmazione teatrale delle tre sale – Teatro Strehler, Teatro Grassi e Teatro Studio Melato – e del Chiostro Nina Vinchi, diventato la “quarta sala” del Piccolo, affianca infatti un articolato programma di proprie attività, realizzate in collaborazione con realtà culturali, pubbliche e private del territorio e internazionali (Istituti di Cultura e Consolati), che lo rendono una realtà produttiva in ambiti e contesti non solo teatrali “aperta” tutto il giorno, sette giorni su sette.

Al Piccolo Teatro Strehler e al Piccolo Teatro Studio Melato, la programmazione serale infrasettimanale e pomeridiana si completa con un’offerta culturale, educativa e di apprendimento che consente al pubblico di vivere questi spazi dalla mattina alla sera.

Piccolo Teatro Studio Melato

Piccolo Teatro Studio Melato in Via Rivoli

Al mattino e al pomeriggio, per le scuole primarie e secondarie, e per il pubblico delle famiglie nei fine settimana, vengono proposti i Benvenuti al Piccolo, uno spettacolo itinerante, ricco di contenuti formativi, che si svolge in diverse “tappe” all’interno degli spazi del Piccolo Teatro Strehler.
Al mattino e al pomeriggio, con le Università, le Scuole di specializzazione e le istituzioni culturali vengono organizzate attività formative multidisciplinari e specialistiche, ispirate ai temi centrali delle Produzioni del Piccolo che prevedono il coinvolgimento di docenti e studenti delle aree umanistiche, scientifiche, economiche e tecniche.

Il “sagrato” del Piccolo Teatro Strehler è diventato nel corso degli anni uno spazio di ritrovo e di aggregazione: diverse manifestazioni ospitate dal Piccolo, tra cui il Milano Film Festival e il Festival Mix, utilizzano lo spazio antistante alla biglietteria e l’intera Piazza (largo Greppi), proponendo concerti, dj-set e open bar pomeridiani e serali.

Il Chiostro Nina Vinchi

Il Chiostro Nina Vinchi in via Rovello

Il Chiostro Nina Vinchi è diventato la “quarta sala” del Piccolo Teatro, andando ad estendere l’attività del Teatro Grassi.
Frequentato da oltre 190.000 persone all’anno, il Chiostro è un vero e proprio spazio di aggregazione sociale per la città aperto tutto il giorno grazie all’articolazione dei suoi spazi, vissuti quotidianamente da pubblico del teatro, da cittadini del territorio e turisti da tutto il mondo. Il Chiostro è stato inserito nelle più importanti guide turistiche internazionali quale luogo di alto interesse culturale della Città di Milano.
L’area conferenze ospita letture, concerti, proiezioni, presentazioni di libri, laboratori e attività di approfondimento.
La libreria del Chiostro ABook presenta una delle più ricche collezioni di pubblicazioni sul teatro e l’arte di Milano.
Il Caffè letterario con colazioni, pranzi, merende, dinner cocktail e brunch domenicali è un punto di ristoro per tutta la giornata.

In occasione di Expo 2015, il Chiostro rimane sempre aperto da maggio a ottobre, anche nel mese di agosto in cui le attività teatrali milanesi sono interrotte.
Oltre alla programmazione nelle tre sale del Piccolo, il Chiostro Nina Vinchi per sei mesi ospiterà oltre 300 appuntamenti di spettacolo per bambini e adulti, Concerti Jazz, proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali e mostre.

Piccola bio:
Ho la fortuna di aver unito le mie passioni al il mio lavoro: lavoro nell’area marketing e comunicazione del Piccolo Teatro dal 1998, che dirigo da tre anni.
Ho tenuto incontri all’Accademia del Teatro alla Scala e in diversi corsi tra i quali il Master in Mangement dello spettacolo della SDA Bocconi.