4 giugno 2015

GoBeyond: ecco i tre team finalisti e le loro idee che “vanno oltre”!

GoBeyond finalisti

In questi mesi vi abbiamo raccontato tutti i momenti salienti di GoBeyond, il contest lanciato da SisalPay per trovare l’idea in grado di “andare oltre”.
Vi abbiamo descritto le caratteristiche del contest, com’è nato e i suoi obiettivi. Oggi vogliamo soffermarci sulla fase finale: la short list dei tre progetti, che sono stati annunciati lo scorso 24 maggio a Milano, in occasione del Wired Next Fest, tra i quali verrà selezionato il vincitore.

Le idee presentate sono state 219, candidate da team provenienti da tutta Italia, i cui i componenti hanno un’età compresa tra i 18 e i 61 anni.
I progetti caricati sul sito GoBeyond.info hanno ricevuto più di 124.284 like, interazioni che hanno contribuito in parte alla selezione delle idee. A incidere sulla scelta dei finalisti è stata infatti soprattutto la valutazione della Commissione, che ha giudicato le idee considerando la loro scalabilità, innovazione, fattibilità e utilità.

Ma chi sono i tre team finalisti del contest?
Noi di Storyboard li abbiamo voluti intervistare per farci raccontare i motivi che li hanno spinti a partecipare a GoBeyond, cosa caratterizza i loro progetti e perché dovrebbero essere proprio loro i vincitori.
Conosciamo le loro idee da vicino!

DbGLOVE – Semplice. Efficace. Rivoluzionaria
Team: Nicholas Caporusso, Gianluca Lattanzi

Il team di DB Glove

Contest GoBeyond: il team di DB GLOVE

DbGLOVE è un dispositivo indossabile che offre un aiuto alle persone cieche e sordo-cieche rendendo digitali gli alfabeti basati sul tatto, consentendo agli utenti di utilizzare tutte le funzionalità di uno smartphone o un tablet e di interagire con il mondo.

Il valore aggiunto apportato dalla loro idea, come ci ha spiegato Nicholas Caporusso “sta nella volontà di rendere indipendenti nella comunicazione, nell’accesso alle informazioni, nell’istruzione e nel lavoro le persone che presentano disabilità visive”.
Nicholas e Gianluca hanno deciso di partecipare a GoBeyond soprattutto per ricevere un appoggio nella fase di accesso al mercato del loro strumento. “Fino ad ora ce l’abbiamo fatta da soli ma avremmo davvero bisogno del percorso di affiancamento dei main e degli enabling partner offerto da GoBeyond al vincitore”.
“DbGlove dovrebbe vincere il contest per tre ragioni: prima di tutto perché il nostro progetto non è soltanto innovativo da un punto di vista tecnologico ma ha un risvolto sociale estremamente significativo; in secondo luogo perché la nostra idea vuole rispondere ad un bisogno che conosciamo personalmente e per il quale abbiamo investito tutto il nostro background; infine perché ci piacerebbe avere un riconoscimento anche nel nostro paese, dopo l’interesse e il successo che abbiamo riscontrato in Germania e in Inghilterra”.

LYB – LEAVE YOUR BAGGAGE – Comoda, veloce e friendly
Team: Francesca Martinelli, Rebecca Stelzer, Alessia Saginario, Federica Signetti, Emanuele Scattone, Vincenzo Sapone.

Il team di Leave Your Baggage

Contest GoBeyond: il team di Leave Your Baggage

Leave Your Baggage è un servizio di deposito bagagli che vuole essere posizionato nei punti strategici delle grandi città, in prossimità di attrazioni turistiche e di strade molto frequentate, per agevolare i viaggiatori liberandoli dal peso dei loro ingombranti bagagli. Il servizio sarà prenotabile su tre piattaforme: totem situati all’esterno e nelle vicinanze del deposito, una app e tramite sito web.

Secondo Federica Signetti “il valore aggiunto di LYB è il ridare luce al concetto di deposito bagagli, rendendolo più funzionale e comodo, soprattutto garantendo ai fruitori un notevole risparmio di tempo”.

Federica spiega “la nostra idea è nata tra i banchi dell’Università Bocconi, durante il corso di product innovation. E’ nato come un “compito” ma è diventato subito un progetto in cui tutti crediamo molto.
Dovremmo vincere il contest perché siamo molto giovani e motivati e crediamo che lo sviluppo del nostro progetto possa arrecare dei grandi vantaggi non soltanto ai viaggiatori.”

REMIDI T8 – Artistico, nuovo, divertente
Team: Andrea Baldereschi; Alberto Forneris; Andrea Bulgarelli; Marco Casolati
RemidiT8 è un wearable device composto da un guanto ed un bracciale interconnessi, che permettono di comporre melodie. Il principale scopo del prodotto è quello di permettere la produzione di musica usando semplicemente una mano.

Il team che ha presentato REMIDI T8

Contest GoBeyond: il team di REMIDI T8

Il valore di questa idea, come afferma Andrea, “è il nuovo capitolo che apre nel mondo della musica. Questo lo capiamo dalle espressioni di stupore sui volti delle persone quando presentiamo il device: è da un anno che lavoriamo a questo progetto e stiamo riscontrando un notevole entusiasmo. Crediamo che questo dispositivo possa interessare prima di tutto chi lavora già nel mondo della musica, ma speriamo che possa essere utilizzato anche dai non musicisti”.

“Il motivo per cui dovremmo vincere questo contest è perché, al di là dell’applicazione diretta nella musica, crediamo nel potenziale tecnologico del wearable: riteniamo che sia applicabile a svariati ambiti (terapie, fitness, moda).
L’applicazione nella musica vuole essere solo un primo passo per poi decollare: la musica è la mia passione, per questo insieme al mio team, che è stata la più bella rivelazione di questo progetto, siamo partiti da questo ambito.”
“Abbiamo deciso di partecipare a GoBeyond perché siamo stati colpiti dai main partner che sostenevano l’iniziativa, ed in particolare da RTL. Inoltre, abbiamo trovato questo contest entusiasmante e organizzato in modo eccellente, così ci siamo sentiti ancora più motivati a prendervi parte.”

In attesa di conoscere chi sarà il vincitore, il prossimo 11 giugno a Roma, facciamo un grosso in bocca al lupo ai team finalisti!